Perché imparare l’Inglese da bambini?

Perché imparare l’Inglese da bambini?

Il bilinguismo nella prima infanzia: un vantaggio per il cervello

Il bilinguismo, ovvero la capacità di parlare due o più Lingue, è una condizione che si verifica in una percentuale significativa della popolazione mondiale. Secondo le stime dell’UNESCO, circa 600 milioni di persone nel mondo sono bilingui, e la percentuale è destinata a crescere in futuro.

Il bilinguismo può essere acquisito in diversi modi, a seconda delle circostanze.

I bambini che crescono in famiglie in cui si parlano due Lingue fin dalla nascita sono definiti “bilingui precoci“. In questi casi, l’apprendimento delle due Lingue avviene in modo naturale e spontaneo, senza alcuno sforzo particolare da parte del bambino.

I bambini che imparano una seconda Lingua in età successiva, invece, sono definiti “bilingui tardivi“. In questi casi, l’apprendimento della seconda Lingua può essere più impegnativo, ma è comunque possibile raggiungere un livello di abilità linguistica simile a quello dei bilingui precoci.

Le neuroscienze hanno dimostrato che il bilinguismo ha un impatto significativo sul cervello. I bambini bilingui presentano una serie di differenze rispetto ai bambini monoLingue, sia a livello strutturale che funzionale.

A livello strutturale, i bambini bilingui mostrano una maggiore plasticità cerebrale. La plasticità cerebrale è la capacità del cervello di modificarsi in risposta a stimoli esterni. I bambini bilingui devono costantemente passare da una Lingua all’altra, il che richiede un’intensa attività cerebrale. Questa attività stimola la plasticità cerebrale, portando a cambiamenti strutturali nel cervello.

In particolare, i bambini bilingui mostrano un aumento della materia grigia in alcune aree cerebrali coinvolte nell’elaborazione del Linguaggio. Queste aree includono l’area di Broca, responsabile della produzione del Linguaggio, e l’area di Wernicke, responsabile della comprensione del Linguaggio.

A livello funzionale, i bambini bilingui mostrano una maggiore attivazione di alcune aree cerebrali coinvolte nell’elaborazione del Linguaggio. Quando i bambini bilingui ascoltano o producono parole in una Lingua, le aree cerebrali coinvolte in questa attività si attivano sia per la Lingua nativa che per la Lingua secondaria.

Questa maggiore attivazione cerebrale può essere spiegata dal fatto che i bambini bilingui devono costantemente monitorare il contesto linguistico per determinare quale Lingua utilizzare. Questo processo richiede un’attenzione maggiore da parte dei bambini bilingui, che si traduce in una maggiore attivazione cerebrale.

I vantaggi del bilinguismo per il cervello

I cambiamenti strutturali e funzionali che si verificano nel cervello dei bambini bilingui hanno una serie di implicazioni positive per lo sviluppo cognitivo.

  1. Si ha una migliore abilità di attenzione e concentrazione. I bambini bilingui devono costantemente monitorare il contesto linguistico, il che richiede un’attenzione maggiore. Questa maggiore attenzione può essere trasferita anche ad altre attività, migliorando l’abilità di concentrazione dei bambini bilingui.
  2. Al bilinguismo è associato a un miglioramento delle capacità cognitive generali. I bambini bilingui mostrano una maggiore flessibilità cognitiva, ovvero una maggiore capacità di passare da un compito all’altro. Inoltre, i bambini bilingui mostrano una maggiore capacità di risolvere problemi, sia a livello verbale che non verbale.
  3. Hanno dimostrato che al bilinguismo è associata una minore incidenza di malattie neurodegenerative, come l’Alzheimer e il Parkinson. I bambini bilingui mostrano una maggiore riserva cognitiva, ovvero una maggiore capacità del cervello di compensare i danni. Questa maggiore riserva cognitiva può proteggere i bambini bilingui dal declino cognitivo legato all’età.

E se non si nasce in un contesto fisiologicamente bilinguistico?

Le neuroscienze hanno dimostrato che il bilinguismo ha un impatto positivo sullo sviluppo cognitivo dei bambini. I bambini bilingui mostrano una migliore abilità di attenzione e concentrazione, un miglioramento delle capacità cognitive generali e una minore incidenza di malattie neurodegenerative.

Pertanto, promuovere il bilinguismo nei bambini piccoli è un’opportunità importante per migliorare il loro sviluppo cognitivo e la loro salute futura.

Tuttavia non tutti nasciamo in un contesto familiare in cui mamma e papà provengono da due Paesi diversi, e allora ecco che diventa importante individuare una Scuola di Lingue che possa supportarci nell’introduzione di una seconda Lingua Straniera ai nostri bimbi, massimizzandone i tanti vantaggi.

Noi della YES! Your English School ci occupiamo proprio di questo e lo facciamo garantendoti sempre un metodo di insegnamento che tenga conto delle caratteristiche cognitive specifiche dei cervelli in sviluppo dei nostri bambini.

Da noi troverai solo Teachers Madrelingua che sono abituati a insegnare ai più piccoli e sapranno rendergli leggera la lezione anche quando arrivano stanchi da una giornata a scuola.

Sappiamo bene che più di tante parole, quel che conta sono i fatti ed ecco perché Ti invitiamo a seguire una lezione di prova presso una delle nostre Scuole a Milano Lambrate o a Melzo – siamo certi che dopo non potrai più farne a meno!

Oppure, nell’immediato, se sei interessata, perché non provi i 3 giorni di English Carnival Camp?